.
Annunci online

DialogandoVienLaVoglia
Blog d'io mio cannonauta, d'1 zero tra tanti...Vivi la Tua morale e lascia vivere quella degli Altri...

BLOGGER SOLIDALI
Il Blog d'io nostri, per passare dalle parole alle opere, dalle intenzioni ai fatti, a beneficio dei più sfortunati troppo dimenticati - VIENI ANCHE TU TRA NOI, TI ASPETTIAMO


13 aprile 2008
OLIMPIADI: CHE FARE?
 
Giusto o no aver scelto di far svolgere le olimpiadi in Cina,  programmato a tavolino o no, non è questo il punto.
Il punto è che in Cina si faranno, salvo boicottaggio universale, il che mi pare sarebbe peggio che male. Perché? Per molteplici motivi. Etici, morali, pratici, doverosi, “di pudore” pure. Nello specifico:
 
Invocare il boicottaggio per favorire i tibetani quando il loro capo, il Dalai Lama, è il primo a chiedere che le olimpiadi si facciano, non mi pare proprio appropriato. O vogliamo pretendere di saperla più lunga e di fare quello che lui, il Tibetano per eccellenza, prega gentilmente di evitare?
Mi sembra questa anche una questione di bonton civil-democratico e di buona educazione e dovuto rispetto a chi “ci sta dentro fino al collo” certo più di chi tibetano non è.
Tanto, già mi parrebbe abbastanza per essere contrario al boicottaggio, ma ci sono a mio parere anche  altri validi motivi.
Il dovuto rispetto agli atleti che hanno fatto grossi sacrifici per disputare le olimpiadi. Certi treni se si perdono non è detto che poi ritornino.
Il dovuto rispetto alla nazione ospitante ed al popolo cinese, dovuto in quanto quando si è deciso per Pechino, non è che le cose per i tibetani andassero meglio, anzi. E quindi con che faccia ora dire “non veniamo più”?
E, a proposito di “con che faccia”: Non mi meraviglierei molto se il collega cinese di Bush gli dicesse nel privato: “Oh Bush!! con che faccia tu che hai fatto quello che hai fatto, portando morte e distruzione ben oltre i tuoi confini  e che continui imperterrito a fare in Iraq e in tanti altri luoghi quel cazzo che ti pare, vieni a rompere i marroni a me con quattro tibetani? Pensa ai morti tuoi che se li andiamo a contare non so come va a finire! Con che faccia non ti presenti all’inaugurazione?
E domando: chi può andare a tirar sassi ai cinesi senza rimetterci la faccia se non le penne pure? Qualcuno vuol provare?  Gli europei? Noi italiani? Gli alleati di chi? Un po’ di pudore no? E poi, ma che ci sono solo i tibetani? E i birmani? E gli africani? E gli iracheni? E i palestinesi? E le loro vittime? E tanti altri no? O c’è qualcuno tra i citati che è giusto che vada a morire ammazzato e qualcun altro no? Perché se così fosse,  non ci si può meravigliare se poi quello che deve andare a morire ammazzato va ad ammazzare quello che lo vuole mandare a morire ammazzato…mors tua vita mea…e qui i conti  tornano…e per tutti vale, in un ciclo senza fine.
E non credo che Confucio troverebbe saggio e cosa buona declinare l’invito a cena quando già  il piatto è caldo, E non serve neanche essere Confucio per pensare lo stesso…tutto il mondo è paese in certe cose.
Io dico che bisogna andarci molto cauti. Non basta dire “boicottiamo!”. Dietro ci possono anche essere le migliori intenzioni ma quel che conta poi sono i risultati.  Queste olimpiadi possono essere un’ottima opportunità per molti, oltre che per i tibetani, e foriere di pace. Come possono trasformarsi in quello che un’olimpiade mai dovrebbe  essere, se si ha la pretesa di usare due pesi e due misure, come pare costume assai diffuso di questi tempi, bipartisan, da nadir a zenit.
Le pressioni vanno fatte si, sono doverose, bisogna approfittare, ma in modo pacifico e senza contrapposizioni controproducenti, così come chiede, appunto, il Dalai Lama. E così come lo spirito olimpico di fratellanza universale, imporrebbe.
POLITICA
17 marzo 2008
BOICOTTARE I GIOCHI OLIMPICI DI PECHINO?

L’argomento è all’ordine del giorno. Domando cosa ci aspettasse con l’assegnazione dei giochi olimpici alla Cina. Forse che da un giorno all’altro diventavano paladini dei diritti umani? Si, vabbè! Noi vi diamo i giochi e voi “diventate buoni” (da quale pulpito poi?!). Non siamo ridicoli per favore.

Se errore c’è nel disputare i giochi laggiù, l’errore è stato già fatto, appunto, con la scelta di quel Paese. Non si sapeva quel giorno chi era la Cina sotto l’aspetto del rispetto dei diritti umani? E oggi che cosa vogliamo? Che quel paese cambi rotta da un giorno all’altro solo perché gli abbiamo dato il contentino dei giochi? Ripeto: non siamo ridicoli. E non dimentichiamoci come abbiamo accolto il Dalai Lama recentemente in Italia (che per altro è contrario al boicottaggio dei giochi). Accolto “con onore in tutti gli scantinati, destri, centrali e sinistri, della politica”. Nulla di più. Per paura di offendere la Cina, appunto. Quindi trovo pura ipocrisia il tuonare, oggi, (vedi Santadechè ma non solo), per il boicottaggio. Dillo, bellona del billionaire, che sei solo a caccia dei voti degli indecisi. Vi risulta che la destra italiana abbia mai preso posizione contro “il pensare” statunitense?. E si, perché solo una settimana fa, appunto, gli USA hanno promosso la Cina tra i “paesi buoni”! E meno male che sono buoni se no che facevano con i Tibetani?!!!

Trovo inoltre che boicottare i giochi, che sono un avvenimento sportivo, inasprirebbe solo i rapporti politici, che niente hanno a che fare con lo sport, anche se pure in politica “si gareggia per vincere”. Capisco che sull’onda emozionale sia facile parteggiare per il boicottggioo (come lo capisce bene quella furbacchiona della Santadechè e company). Ma se ci si riflette sopra “a mente fredda”, almeno, per quanto mi riguarda, ci vedo solo una grande ipocrisia. Perlomeno se a prendere la posizione sono quei politici, pronti a porsi proni, in più occasioni, innanzi a chi dei diritti umani se n’è sempre più che altamente infischiato. Pur trovando rivoltante la repressione violenta che le autorità cinesi stanno attuando nei confronti dei monaci, non credo che boicottando i giochi si miglioreranno le condizioni di chi subisce continui soprusi da parte dell’autorità costituita Ci si doveva pensare prima, non ora. Ci si doveva pensare quando è venuto il Dalai Lama, accogliendolo ufficialmente come si doveva, non “di nascosto”. E ci si deve pensare non mischiando la cosa con lo sport, perchè nei soprusi che si stanno perpretando, non c’è alcunchè di sportivo, ma proprio per niente!
francesc0


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pechino boicottaggio olimpiadi

permalink | inviato da D'I0 il 17/3/2008 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
SOCIETA'
1 febbraio 2008
IL METRO DEL GIUDIZIO

Come si misura l'intolleranza?

Qual'è il codice per definire le persone strane?

BELLE DOMANDE...

SOCIETA'
12 gennaio 2008
A BLOG UNIFICATI
 

Per ora va così... :

In friuli stragi famigliari e suicidi in aumento un p'ovunque, come pure chi ritiene di non aver piu’ nulla da perdere nel nulla in cui è costretto a vivere. Un nulla che si espande a macchia d’olio...e quando non resta più nulla...

Intanto, nella maestosa Inghilterra, l’umana legge e morale intervengono a separar ciò che “Dio?” ha unito sin dagli albori dell’esistenza. Ma se questo è il reale desiderio dei gemelli, sposi inconsapevoli, ben venga la separazione tramite annullamento. Che l'uomo divida ciò che vuole. In fondo, sempre l’umana legge, li separò alla nascita sancendo che neppure sapessero della reciproca esistenza, l’un dell’altro. Ma il destino c’ha messo lo zampino…staremo a vedere…

Riuscira’ il nostro eroe a divenire il primo “first gentelman” del pianeta e nel contempo sua moglie la “first woman for president”? o la spunterà il candidato di colore Obama?...la b che fa la differenza…In entrambi i casi “anche questa è America”, quella che più mi piace, nata dalle ceneri del razzismo e dello schiavismo. Auspico altri incendi a portar similari ceneri in tutto il pianeta. Ma…Bill! pure il cane hai addestrato...Theclinton

?...mò voglio vedè se pure Hillary fa occhio per occhioOddioooo_2 ma che starà a guardà “the first all”? Che avrà mai visto? Monico Mettinsky?

Meglio Obama, Bill! Dammi retta! Anzi meglio Monica :)))

E per una Hillary che viene un Hillary se ne va...all grandi scalatori st'Hillary però, indipendentemente dal sesso...

A MUNNEZZ'E' COSA NOSTRA…E a ognuno la sua, dicono alcune regioni che rifiutano i rifiuti altrui…Ma se fossero attrezzate come chi sa riciclare, oltralpe, e nel contempo generare calore ed energia ed altri prodotti e che è pronto ad aiutare a pagamento e a guadagnare sulle nostre “locali?” inadempienze…ma è cosa nostra no? ma se imparassimo a campare...tutti ci si avrebbe a guadagnare. E basta cò ste discariche di merda e veleni vari sui nostri territori. Siamo gli inventori migliori ma poi a mettere in pratica…toccherebbe sradicare anche le discariche interne a certi cuori mi sa e certi ogoismi fuori luogo!…Speriamo che Napoli e dintorni non abbiano a dover risorgere dalle ceneri di tutta quella monnezza data alle fiamme in ogni dove.

Allora buona fine e buon inizio a tutti…e non mi riiferisco solo alla settimana ovviamente

;)

francesc0

SOCIETA'
28 ottobre 2007
ORA! LEGALE!

Cominciano per noi italiani 5 mesi di totale legalità, è giunta l'ora!!!...a proposito!...vi giro il consiglio che m'ha dato l'avvocato di Alfred Hitchcock due minuti fa al telefono: se dovete compiere un crimine, fatelo alle 01,59 dell'ultimo giorno di illegalità per poi comodamente raggiungere un luogo pubblico dove tutti vi notino un'ora dopo, alle 01,59 appunto del primo giorno di legalità. Nessuno potrà mettere in discussione il vostro alibi...in piena legalità!...Ora_legale_2 Ma attenzione a non fare l'inverso perchè, nel caso, il reato vale doppio e pagate due volte...ma se siete in Italia questo non è un problema...

buona domenica.

francesc0


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ora legale ora illegale

permalink | inviato da D'I0 il 28/10/2007 alle 10:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
17 ottobre 2007
ANOMAL_ITER_ INTER_NAZIONALE
 

Al Sardo Nazionale 6 anni con l’attenuante e senza condizionale:

“usanza indotta personale” ai danni di persona non consenziente e il giudice è paziente…

Al Cannibale Locale prima 8 e poi fino al botto, fin che schiatta! Ergastolo a vita…

Eppure, se vogliamo, pur quello un’attenuante ce l’aveva: il consenso del mal capitato ad essere mangiato…inconcepibile per me e per la massa ma non per loro chè uno voleva mangiarselo all’altro che voleva far da pietanza contro ogni sana usanza…che non era la loro evidentemente…quindi: perché? Perché prima 8 e poi l’ergastolo? E allora a quello che uccide e mangia un altro che non vuole ne essere ucciso ne mangiato che gli diamo? O “il consenso personale” non deve contare?e se deve contare a cosa lo dobbiamo condannare st’altro? A morire?...mi turba questo modo nazionale di applicare la legge internazionale che pur non prevede la pena capitale e che tanto mi costringe a dover constatare…è l’annullamento della scelta personale…l’annullamento del fondamento della Libertà…in democrazia...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Armin Meiwes cannibale di Rotenburg

permalink | inviato da D'I0 il 17/10/2007 alle 1:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
6 ottobre 2007
CONSIGLI PER GLI ACQUISTI 2
Anche questa volta due segnalazioni:

Dal Blog di Sariddu, tanto caro ad Adele, veramente un bell'omaggio alla nostra amata blogger.

Dal Blog di ginoilsalumiere, che ho avuto il piacere di scoprire da poche ore, quella che mi pare essere una bella iniziativa per far scorrere la nostra voce di dissenso in rete, verso ciò che sta avvenendo in Birmania: "Pro Byrmania. Noi ci siamo. 1081081081234" ...

1 ottobre 2007
Reale Eredità Virtuale
 Adele, valente blogger della piattaforma della Stampa, non ce l'ha fatta a raggiungere il traguardo degli ottanta al prossimo novembre. Il suo cuore si è fermato il 24 settembre alle 13,23, come ci ha comunicato un suo figlio. Io spero che questo tragico avvenimento faccia si che tanti blogger che non conoscono i blog di Adele, "Easy Rider" e "Make love no war", abbiano modo di avvicinarsi a lei leggendola, per apprezzarla nei suoi molteplici, splendidi aspetti di forte e dolce donna e madre, nonna e bisnonna, e di grande narratrice di avvincente vita vissuta, di indomabile spirito libero pronto ai necessari compromessi ma non oltre. Era una bolgger speciale Adele, una bella mente aperta. Ora non c'è più ma il suo pensiero è con tutti noi, per tutti noi, a portata di un clik che vi consiglio vivamente.
Val la pena leggerla tutta Adele, e oltre, credo...

francesc0

23 settembre 2007
Quiz festivo di matelogica elementare
E’ girato per gli uffici in questi giorni, se ancora non lo conoscete...è elementare ma nonostante ciò…provate! (va bene pure “in classe” Carmela!) :

Un albergatore chiede a 3 amici euro 30 per una stanza tripla. I 3 mettono 10 euro ognuno e pagano. Mentre se ne vanno l’albergatore onesto s’accorge che la stanza costava 25 e manda un facchino a rendere 5 euro ai 3. Il facchino rende 1 euro ad ognuno e se ne tiene 2 dei 5 per sé. Tutto chiaro? Allora…se i 3, avendo ricevuto 1 euro in resa ognuno, hanno pagato quindi non più 10 ma 9 euro a testa…se il facchino se n’è intascati 2…3x9=27 + 2 che ha il facchino=29…dov’è finito l’euro che manca per arrivare ai 30 di partenza??? …;))
buona domenica a te e non ce penzà troppo...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. indovinello matelogica d'io francesc0

permalink | inviato da D'I0 il 23/9/2007 alle 10:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
20 settembre 2007
PRENDENDOSIPERMENTI
L Dottò! È un periodaccio!...

K Che succede? Mi dica…

L Che nun succede dottò! Ne succedesse una giusta! Tutto a rotoli…qui a schifiuuufinisceee…cò mi moje nò schifo da na vita! Cò la grana peggio che cò mi moje! Col’lavoro nun ne parlamo! Me sento avvilito, depresso, stremato, sull’orlo altro che de na crisi de nervi…solo come un cane cò mille cazzi da penzà e da dovè provvedè ortre che pè me pe’la famija che deve annà’avanti!...e li creditori contenti che sò li soli che nun me dimenticheno mai! ‘io cerco de riguardamme ar mejo ma…appunto, sò stremato!!! Nu riesco manco più a incazzamme! ne a rende come dovrei e vorrei! e devo spigne,spigne,spignefinoachelalucenunsespegne…e l’età avanza pure sotto la panza…che me consija? Na pera de viagra ar pisellino? n’assicurazione sulla vita cò nà susseguente pasticchina de stricnina anziché cò l’aereo sur Pirellone?! na telefonata ar carro funebre più ch’a’n taxi…o c’ha quarcosa de mejo da conzijamme?

K che pensa: “anvedi come stà ridotto questo! E n’cià manco l’euro pè piagne lui e pè fà ride a me in privato…qui sò pubblico e ce ne stanno na marea ch’aspettano…la mutua te fa aspettà se sei er cliente ma quanno qua ce sta tutta sta gente da visità che so entrati in orario n’do vado si nun evado?…e sto squattrinato che je stà a venì la muffa alle meningi! Che faccio, je consijo l’antimuffa de’r dottore dè Finazio o iè dico spigni, spingiii! Hai voluto la bici e mò pedalaaa!!!??? Ooo???boh???mah!!!…"

MA CHE SUCCEDE POI??? Che je dice? Che je conzija er medico della mutua? Magari un buon idraulico per le muffe della moglie e qualche calda scappatella rigeneratrice per le di lui umidità o chissà che altro…Se vi và ditelo voi, poichè d’io mio per il momento c’ha da alzar le chiappe da questa comoda poltrona all’ormai troppo fresco nel mio bel giardino, da dove sto digitando, causa improrogabili e prolungati impegni domani, dopo la necessaria “pennica rigeneratrice” notturna.. Quindi, cari volenterosi amici e lettori e amiche e lettrici di sti irti paraggi diffondetevi più degli scarafaggi nelle possibili variabili per vedere a quante possibili conclusioni arriviamo , continuate pure voi il racconto a modo e dialetto vostro magari…vediamo se chissà saltano fuori variabili interessanti?!...se vi va naturalmente chè se avete di meglio o altro da fare come molto probabile sia…eventualmente ci penserò io, forse…buonanotte e lieti sogniJ

CULTURA
9 settembre 2007
Bonton Teorico Democratico
Sulla scia dell’errata corrige di cui sotto e stimolato dalla lettura di GiulionelCanada e Adele07 dalla lingua liscialiscia, mi viene quanto segue: Se è vero che in democrazia, almeno in teoria, la regola dovrebbe essere il rispetto della volontà della maggioranza, proprio perché in democrazia questa regola dovrebbe venire meno quando tale volontà va a ledere i sacrosanti diritti individuali circa la legittima libertà delle proprie scelte a riguardo di se stessi (vedi eutanasia, aborto, preservativo si o no, vattelapesca che vuoi)…se no che libertà è??? o quando la volontà popolare sia per assurdo??? la libertà di soppressione altrui (vedi pena di morte). Questo in teoria, poi in pratica abbiamo Paesi&Popoli democratici forcaioli e oppressivi delle libertà fondamentali individuali. Dove sono gli Ideali??? Ricordo ai più intransigenti ferventi credenti oltranzisti ortodossi o fanatici pure, che nemmeno il BUON DIO si permette di metter lingua nelle nostre scelte, neanche in quelle più biasimabili…quindi ritiro l'errata corrige di cui a "mai dire mai"...scusate i ripensamenti ma voi capite...
CULTURA
6 settembre 2007
GLI IMPERDIBILI-CONSIGLI PER GLI ACQUISTI 1

Magari li avrete già letti ma se così non fosse non vi consiglio proprio di perderli.

Due chicche di post controinformativi rispetto alla sbobba quotidiana ufficiale. Poi ognuno trae le sue conclusioni:

Da Finazio: La bigliettaia di San Pietro

Da Dragor: BUGIARDI, ARROGANTI E CATTIVI




permalink | inviato da D'I0 il 6/9/2007 alle 16:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
POLITICA
6 settembre 2007
mai dire mai...
Da qualche parte ho scritto che un Paese che contempla la pena di morte non può definirsi civile e democrarico. Mi tocca aimè l'errata corrige poichè laddove la maggioranza dei cittadini votanti di quello Stato è forcaiola quel paese sarebbe antidemocratico se abolisse la pena...sta a vedere che sarebbe meglio là un dittatore saggio antiforcaiolo a proposito di forme di Governo...



permalink | inviato da D'I0 il 6/9/2007 alle 0:39 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
5 settembre 2007
C'E' POSTA PER COSMIN...

Sulla scia della segnalazione di Giulia:

ANDATE A LEGGERE QUESTO APPELLO E, SE VOLETE, AIUTATE QUESTO BAMBINO DELLA ROMANIA CHE NELLA SUA VITA HA SUBITO TROPPE VIOLENZE ED HA BISOGNO DI AMICIZIA ED AMORE. NON E' UNA RICHIESTA DI SOLDI, basta una letterina...


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. appello per cosmin

permalink | inviato da D'I0 il 5/9/2007 alle 15:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
5 settembre 2007
USO E ABUSO DI SOSTANZE E DI PAROLE
Per me l’importante è non sconfinare, non abusare, IN TUTTE LE COSE. E delle parole si può abusare anche in due battute. Fatto salvo il problema legale, tra chi sceglie con cuffia alle orecchie di godersi buona musica in compagnia d’un buon bicchier di vino rosso o chi preferisce farsi uno spinello o chi ancora se la gusta totalmente sobrio io non starei a trovar buoni e cattivi perché nessun dei tre per questo finisce in ospedale De gustibus e non uomini e conigli, dritti e storti! A ogni 1 er suo sballo sono portato a pensare. Si consiglia vivamente la moderazione (solo per chi volesse, non è certo un obbligo ne un consiglio per l’acquisto). Cosi come non differenzio tra l’alcolista e il drogato cronico o il malato di sesso eccecc. Prova a camminare senza sosta o a fare dell'iperventilazione oltre il consentito e vedi l'eccesso d'ossigeno dove ti porta! là dove sono i malati, alcolisti drogati eccecc che costano alla società e vanno curati al di là che se la sono pure cercata direi e non lasciati, a proposito di problema legale, ad acquistar sottobanco magari rubando o peggio, da organizzazioni criminali che vivono e vegetano con il proibizionismo che tanto, nei fatti, non impedisce a nessuno che voglia drogarsi, usando od abusando, di farlo. Lo dico senza voler fare polemica alcuna ne arrecar offesa, lo assicuro, ma mi pare che si abusi troppo anche in perbenismo spiccio ed elitario che non vuol distinguere tra usi e consumi e abusi e sostanze. Tutto sulla stesso piano in un moralismo d'opinione ben gradito alle mafie che vivono sulla diffusione del proibito. Per chi preferisce adottare la filosofia della buona teoria del "rispetta la legge sempre e comunque, non acquistare e la mafia muore"...buona illusione e come non detto :(((



permalink | inviato da D'I0 il 5/9/2007 alle 12:51 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
1 settembre 2007
UN GIORNO IMPORTANTE
Dieci anni fa moriva Diana a Parigi ma oggi un condannato a morte l’ha scampata in Texas, laddove finora non l’hanno scampata tanti altri innocenti soppressi dallo Stato Americano per un crimine mai commesso, anche quando lo si sapeva bene, pure per soli cavilli burocratici . La vita è valsa meno d’un cavillo. Un passo avanti è stato fatto. Se è vero, come credo, che certe decisioni si prendono per andare incontro all’opinione pubblica questo è un momento importante. Vuol dire che in America qualcosa sta cambiando. Quel qualcosa che ha radici antiche nella storia di quello Stato di Pistoleri. Quel qualcosa che non và! Bene! Ma siamo solo all’inizio. Ma come si dice chi ben comincia…oggi, anzi, ormai ieri vista l’ora, è stato un bel giorno.
DIARI
21 agosto 2007
ieri oggi...e domani?

Ricordo quando ti vidi le prime volte. Fin dal primo giorno che arrivasti, quasi ancor prima delle presentazioni, prendevi immediatamente confidenza con tutti in maniera compagnona pure se ci trovavamo riuniti in un open space di lavoro in qualità di colleghi. Inizialmente mi sembravi, anche se ancor giovane, un po’ sconveniente ed invadente. Ma presto capii che quello era solo il tuo modo spontaneo di fare e di rapportarti con gli altri. Ricordo quando una quindicina d’anni fa, poco dopo il tuo arrivo (all’epoca tu ne avevi poco più d’una ventina ed io circa gli anni di Cristo), andammo insieme in trasferta a Bologna per fare delle installazioni software. Con noi erano anche altri colleghi e la sera, in quel raccolto ristorante, dove c’erano circa una decina di tavolini occupati, dopo mezz’ora dal nostro arrivo già parlavi con tutti i presenti e tenevi banco creando un’atmosfera calda e sanamente animata. Quello che invece non ricordo è l’averti mai visto astioso, ne rissoso, ne polemico ne mai t’ho sentito parlare alle spalle di chicchessia Se non eri d’accordo criticavi le opinioni e non i portatori. Ed eri generoso e disponibile sempre con tutti. Se dovessi definirti con un aggettivo direi che eri e sei rimasto un puro, per certi versi un eterno bambinone capace però anche di veri slanci e cose serie, come mettere al mondo la tua bimba, due anni fa, insieme con la tua compagna. Un serio e sano allegrone di buona famiglia, alle volte un po’ svampito e distratto, cresciuto bene e sempre pronto a goliardate e al sorriso. Mitica fu in albergo la salita che facesti, nell’ampio e affollato ascensore, col collega gillone, gran precisone rigorosamente eterosessuale, quando ti fingesti il suo compagno gay e più lui s’imbarazzava dinanzi ai presenti e cercava di dipanar l’equivoco più tu intignevi e l’imbarazzavi! Veramentecceziunale! Ti piaceva divertirti e godertela ma non pensavi egoisticamente solo a te. Come quando seppi che ti cavasti mi pare il giaccone per lasciarlo ad un barbone infreddolito. Si, non è una favola, eri solo tu, Fabrizio. O come quando, tre mesi fa, insieme a Marco e Saverio facemmo quella sortita il quel di Sapri. Un assaggio di mare e dell’estate ancora in corso che veniva. Fosti l’unico a pescare, Quattro spigole…e la sera a cena lo strombazzavi nelle orecchie di Saverio, incallito pescatore appassionato un po’ invidioso, e ai quattro venti, con le dita a sottolineare quel QUATTROOOOOOOOOOO!!!!!!!!!! strimpellato a più non posso all’improvviso nel bel mezzo di qualsiasi altro dire in quel locale. Bella trasferta di piacere quella! Per fare la grigliata in riva al mare comprasti carne salsicce e griglia e poi cucinasti e invitasti a mensa anche quel giramondo, olandese se non sbaglio, che lì trovammo col suo sacco sulle spalle. Un tipo d’altri tempi non poi così lontani al quale, tanto per non smentirti mai, regalasti la griglia prima di partire, quando ormai te l’eri fatto amico e c’avevi a lungo conversato, ormai pago del tuo bottino peschereccio. Non era certo la chiacchiera e gli argomenti che ti mancavano mai, caro collega particolare, e nemmeno la fortuna, ci pareva a noi restati a canna asciutta. Fino a giovedì scorso, dopo ferragosto. E fino alla fine non ti sei smentito. Mi è stato riferito che nonostante le tue condizioni ti sei preoccupato di chiedere come stava il passeggero che traspostavi sullo scooter mentre dopo la tragica caduta si attendeva l’arrivo dell’eliambulanza. S’è salvato per fortuna. Lui si ma tu non ce l’hai fatta. Mi hanno detto di un frontale tremendo nel quale hai perso disgraziatamente il casco che chissà se ti sarebbe bastato. E a noi tutti che ti vogliamo bene, senza parole c’hai lasciato e con il classico vuoto dentro amico caro. Ma qui voglio ricordarti, in questo mio spazio virtuale ma reale, su sta terra dove stai con le tue spoglie. E col tuo spirito io spero tu navighi ora tra infiniti spazi in sovraumane strutture, dove regna l’armonia che sapevi trasmettere tanto bene e così spontaneamente. Ciao Ciwawa, Ti avevo ribattezzato così, giocando ad adattare il tuo cognome alla nuova silhouette che t’eri cucito addosso, dopo che dimagristi non poco, tu che una volta eri così…extra large ma mai privo di fini lineamenti ed animo. Non un adone seppur non certo un brutto, eri comunque un farfallone circondato sempre da belle fanciulle, rigorosamente maggiorenni s’intende! E andavi di fiore in fiore prima di accasarti. Piacevi…e come poteva essere diversamente!? Vorrei non doverlo fare ma non mancherò di ricordare anche te nel pregare per i miei cari andati amori. Ci mancherai Fabri a noi che ti abbiamo conosciuto ed apprezzato ed amato. Addio. O chissà, forse un giorno, quando fosse, a ritrovarci. Per intanto tocca andare avanti, il futuro avanza e domani sarà presto già passato.

Con affetto e nostalgica malinconia

francesc0




permalink | inviato da D'I0 il 21/8/2007 alle 3:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
8 agosto 2007
BLOGGER SOLIDALI

Sulla scia di Finazio che ringrazio:

Lo so che fa caldo, lo so che la maggior parte di voi è in vacanza, lo so che ognuno di noi ha già la vita piena di impegni, ma se avete un attimo di tempo passate di qui:

e diteci cosa ne pensate.
francesc0


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. solidarietà blogger solidali

permalink | inviato da D'I0 il 8/8/2007 alle 18:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
7 agosto 2007
E' GIUNTA L'ORA

Blog è Bello! Si! Blog scatena sentimenti e stati d’animo anche contrastanti a seconda dei momenti, Blog ci rende tristi o contenti anche in base ai commenti presenti od assenti. Blog fa tacabanda e bloggando apriamo la serranda…virtuale…nel reale…Blog ci rende più buoni e solidali quando non sorgono invidie e gelosie e antipatie a tarpar le ali…blog è partecipazione, blog è unione.

Ho notato tanta voglia di solidarietà! Felicità! J ma anche diversi punti di vista…c’è chi si fida e chi no e chi diffida…che forse alcun dei tre si può dire che sbaglia? Ma tutti e tre son solidali con chi se le ritrova bruciate le ali…che fare per meglio solidarizzare? Ho un sogno nel cassetto, vado ad aprirlo in un nuovo siparietto che però non m’appartiene…vedere per capire : http://bloggersolidali.blogspot.com/2007/08/il-sogno-nel-cassetto.html




permalink | inviato da D'I0 il 7/8/2007 alle 1:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
6 agosto 2007
OROLOGI NEL MONDO-PER NON DIMENTICARE...NULLA...
 

Quello della stazione di Bologna è fermo alle 10,25 del 2 agosto 1980…Orologio_della_stazione_di_bologna


Strage_di_bologna1



Quello di Hiroshima è fermo alle 8,15 del 6 agosto 1945…Orologio_di_hiroshima2

Hiroshima3_2

Quello di Nagasaki è fermo alle 11,02 del 9 agosto 1945…

Tanti orologi, tra tanti che continuano ad andare avanti, si sono invece improvvisamente fermati a causa della violenza dell’uomo sull’uomo…



Ma c’è pure un orologio che alterna stasi e movimento ne manca, come un gambero, di andare pure indietro…ora segna 7 minuti a mezzanotte…Orologio_dellapocalisse3

auguriamoci ed adoperiamoci perchè inverta la tendenza e faccia sempre il gambero…






permalink | inviato da D'I0 il 6/8/2007 alle 18:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
5 agosto 2007
DARFUR: IL CIELO E' TESTIMONE
Nei disegni dei bimbi del Darfur
le prove dell'orrore del genocidio

"Una ricostruzione quasi fotografica dei massacri visti da occhi incolpevoli"

Bimbadeldarfur
Servono a smentire la tesi del governo sudanese che nega ogni responsabilità

"I bambini hanno fornito una registrazione fotografica", ha detto Rebecca Tinsley

I disegni saranno consegnati alla Corte penale internazionale

Spero giungano alla Corte anche le registrazioni fotografiche e i filmati ripresi sul Darfur dai satelliti spia che orbitano e spiano...purchè non sia una violazione della privacy...




permalink | inviato da D'I0 il 5/8/2007 alle 2:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
31 luglio 2007
COME SI FANNO I SOLDI ovvero IL PUNTO 71

Fidatevi, adesso vi dico come si diventa ricchi, parola di uno che non lo è. E senza che state ad obiettare che uno che non lo è non può insegnare a nessuno a farli, state a sentire...Un bel giorno un certo personaggio che chiamerò la Volpe (V) decise di diventare ricco e da buon sapiente di favole si procurò un fido Gatto (G) come compare...mancava pinoccho...così pensarono che anche una pinocchia poteva andar bene purchè non fosse una pidocchia pidocchiosa ma ben impennacchiata da poter spennare per benino…rigorosamente minorenne a proposito di tutela dei minori...come pinocchio...quale miglior preda di una giovin ereditiera con famigliari tutti a miglior vita? Così il gatto astutamente fece in modo d'essere il tutore di pinocchia (A come Annamaria) che aveva ereditato una bella villetta completa di quadreria, biblioteca di 10mila volumi - per curare i quali venne assunto come bibliotecario un caro amico iscritto alla stessa combriccola di G&V che chiamerò Marcellino Pane e Vino (M)…anche se, se c’era uno che stava messo da favola, non era il Marcellino della fiaba ma…lui, l’amico di V&G, si… non mancavano arredi e parco nella villona ed era all'epoca valutata circa 1.700 milioni di lire. A quanto vendette il G tutore al suo amico V il tutto? Ma è presto detto: 500 milioni di lire, in titoli azionari (di società all'epoca non quotate in borsa), pagamento dilazionato nel tempo. La povera A non riuscì a monetizzare ma in suo soccorso giunsero G&V, che impietositi dalla povera piccola ereditiera in così misere condizioni ridotta, pensarono bene di riacquistarli…per quanto? Ma è presto detto: 250 milioni, ossia la metà di quanto avrebbero dovuto valere…morale della favola vera: All'inizio degli anni '80 la proprietà fu valutata garanzia sufficiente ad erogare un prestito di 7,3 miliardi di lire. A chi? Molti di voi conosceranno già la storia magari con molti più particolari pure ma per quelli dalla memoria corta e per quelli che ancora non sanno…una rinfrescatina non fa male e se volete fare i soldi prego, trovatevi un gatto se siete volpe o viceversa, un Marcellino per uno non fa male a nessuno e avanti: arricchitevi…a proposito del punto 3 del post di finanzio che ho pescato sul post di Irnerio e che ringrazio entrambi per avermi ispirato sto travagliato post in un tempo di magra…

Fonte d’informazione: Villa San Martino – Un rogito chiacchierato




permalink | inviato da D'I0 il 31/7/2007 alle 22:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
politica interna
28 luglio 2007
Segnalazione Video

Stava sul blog di Piero Ricca che è stato oscurato su querela di Emilio Fede dalla Guardia di Finanza. Non sò le motivazioni ed eventuali ragioni della censura che non mi pare siano ravvisabili comunque nel video che Irnerio invita a vedere in un suo post. L'ho visto e invito anch'io chi non lo conoscesse

a visionarlo

e... ce ne sono anche altri stile misto Iene/Staffelli...e infatti i risultati...       :( ma si sa, va così in Italy...certi fighetta sono suscettibili e sanguigni ad ogni punzecchiata...non di vespa però...;)




permalink | inviato da UNO ZERO il 28/7/2007 alle 2:3 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa
27 luglio 2007
un appuntamento da non perdere assolutamente...
quello dell'8 settembre nelle piazze d'Italia, il VaffaDay tutto dedicato ai nostri cari rappresentanti politici che vorrei tanto capire chi cavolo rappresentano oramai....e intanto nell'attesa del gran giorno la ministra Turco, per ridurre gli sprechi, ha pensato bene di tagliare cosa? ma i farmaci salvavita naturalmente...andate a leggere...ora Gramos ha due sorelline in più...a proposito, già che ci siete, date un'occhiata anche al video di Morgan...incantevole creatività la sua e quella di Mattia...non male neppure il video sul blog di Antonio per restare in tema...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. v-day turco salvavita farmaci

permalink | inviato da UNO ZERO il 27/7/2007 alle 15:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
15 luglio 2007
variazioni per restare in argomento solidarietà
Ieri sera Genesis …assieme ai Pink Floyd erano il mio gruppo straniero preferito quand’ero ragazzo. Ma i Pink restano i Floyd…The Dark Side of…de che? Svariati sono i lati oscuri, i misteri, i ma ed i se, gli incerti i finti ed i veri. La parte oscura di noi e di ciò che ci circonda, lo sconosciuto delle Creature e del Creato, l’ipotizzabile non dimostrabile. Non ci si pùò rispondere a tutto al di là d’ogni ragionevole dubbio, ma ci si può sempre interrogare ed eventualmente decidere il da fare…che sò…utopisticamente? parlando ma, in realtà, esisterebbe affamato senza affamatore? Assassinato senza assassino?...giustiziati senza giustizieri? santo senza peccatore? Associazione di volontariato senza diseredato?...in un mondo migliore la buona volontà sarebbe insita in ogni cuore al di là d’ogni interesse personale tanto radicato in questo mondo dove non mancherà neppure chi per tirare a campare nel modo migliore alla faccia del cannibalismo circoscritto…quanto mi piacerebbe sapere dove sono andati a finire quegl’ingenti proventi pervenuti d’ogni dove per aiutare i martoriati dal mare il quel noto tsunami devastatore….tutti a risarcire i danneggiati quegl’euro pervenuti dove che uno per uno non fa male a nessuno, quei denari di tanti cuori in buona fede? Dove stanno? E con quelli eventualmente avanzati quanti in meno d’assetati e d’affamati e di non vaccinati che se ne vanno al creatore perché manca un’aspirina da due lire…un vaccino cadauno una tantum nella vita che non farebbe male a nessuno a salvarne tanti certamente accanto ad un costosissimo medicinale a vita a salvar forse una sola dipartita…preciso che non si tratta di cinismo ne di critica verso la nobile iniziativa per Gramos alla quale sentitamente ho aderito ma credo dovremmo interrogarci anche sulla…parte meno visibile ma pur sempre presente della ben nota medaglia…non di meno su finanziamenti di massa oscurati. Fa bene Morgan a voler documentare tutto, sacrosanta intenzione.



permalink | inviato da UNO ZERO il 15/7/2007 alle 17:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
13 luglio 2007
Non solo Gramos
Riporto anch'io l'appello di Morgan nella convinzione che ognuno di noi debba fare la sua parte attivamente per aiutare il prossimo in difficoltà, con donazioni e quant'altro utile ma non solo. Non dimentichiamoci che la classe politica, nonostante brogli e broglietti vari veri o presunti, ha pur sempre "fame" del nostro appoggio e sono convinto che questi nostri "rappresentanti dipendenti", di fronte ad un più vibrante disappunto verso certe loro diffuse mancanze nella protezione dei più deboli e malcostumi, si darebbero certamente meglio da fare come si converrebbe. Trovo riduttivo e pericoloso dire" se aspettiamo loro... diamoci da fare noi". Si, diamoci da fare anche a far sapere tutto il nostro disappunto verso chi avrebbe il dovere di far si che per curare i tanti Gramos in circolazione non dovrebbe essere necessario l'intervento nostro ma dovrebbero provvedere loro. I cittadini credo siano già abbastanza spremuti, anche se "non tutti". La voce del dissenso deve risuonare forte e chiara, perchè con una certa arrendevolezza verso chi non si muove e muovendoci noi in nome di "io faccio del mio e dono e sto a posto con la mia coscienza e mi comporto bene e salvo un Gramos"...bè, io credo che si, salveremo un Gramos ma troppi altri no e un certo silenzio può esser preso per assenso..."mentalità collettiva abituata al sopruso"...pùò facilitare la condanna di molti altri che non hanno la fortuna d'avere un Morgan a guardar loro le spalle e poi il rischio è così, che un domani di che donare l'avranno solo coloro che non ci pensano proprio a farlo. Come ha osservato già qualcuno, che un ospedale debba avere i nostri soldi da passare ad una azienda farmaceutica che vende a certi prezzi un salvavita e se non incassa lascia morire...bè, mi pare veramente il colmo della pazzia e trovo sia doverosa una reazione, pacifica ma forte e ferma e determinata. Raccolgo l'appello di Morgan che incollo a seguire e parteciperò anch'io con una donazione, spero sia chiaro che non è questo che contesto, ma insisto ad invitare verso una seria riflessione su quanto sia opportuno o meno farsi carico attivamente restando però passivi verso chi, eletto da noi a rappresentarci, se ne frega impunemente, anzi, premiato con una bella poltrona di...pelle umana tra un pò. E se non sarà sulla pelle di Gramos, di pelli, di non minor valore poichè la vita di Gramos vale quella di qualsiasi altro derelitto della terra, troppe ce ne saranno ad arredare certi palazzi...Spero aver reso il senso del mio parziale dissenso, che non è rivolto ne verso Morgan ne verso tutte le persone che meno male esistono e che tanto si prodigano per aiutare gli altri. Tutti dovremmo farlo e tanto di cappello a chi lo fa e grazie di esistere ma stiamo attentissimi a "lasciar correre". L'orticello statale è di tutti noi, non c'è solo la coscienza personale...lascio la parola a Morgan:

Ho bisogno del vostro aiuto cari blogger! Concedetemi due minuti.

Gramos Gashi è un bimbo kosovaro di 11 anni che nel 1999 è giunto in Italia con un volo militare nella speranza di capire la ragione del suo corpicino malato: gravi problemi renali ed epatici, rarissima malattia metabolica: la tirosinemia.
La cura continua che Gramos deve affrontare comporta una dieta a basso contenuto di proteine, una somministrazione di vitamina D e soluzioni di sali minerali contenenti calcio e fosforo, e un farmaco peculiare prodotto a Parigi dalla ORPHAN che ha un costo elevatissimo.

In un anno solare v’è la necessità di circa 22.000 euro per le cure e soprattutto per non lasciare Gramos con la quasi certezza di una degenerazione cancerosa del fegato, oltre ad un grave danno renale che lo porterebbe al rachitismo.
Gramos ha bisogno del nostro aiuto per vivere sereno, molti si stanno industriando per aiutarlo, facciamo sentire anche la nostra voce. Le donazioni saranno gestite dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.
Chi si occupa di questo caso è l’Associazione S.o.S. Infanzia nel Mondo Onlus, Via Stazzo Quadro, 52, 00060, Riano (Roma).
Chi volesse fare una donazione: c/c bancario 3383/85 Banca di Credito Cooperativo di Riano – abi 8787 cab 39350 cin X. Ricordate la causale: PRO GRAMOS.
Se volete maggiori informazioni per la trasparenza o solo per conoscere meglio la storia di Gramos chiamate Miriam (349.1953550) o Antonella (333.9382824) oppure scrivete a: sosinfanzianelmondo@tiscali.it.




permalink | inviato da UNO ZERO il 13/7/2007 alle 1:40 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
10 luglio 2007
...Mistero?!...
Non c’è vacanza che riesco a starne senza…mi riferisco a quella ricorrente pulce nell’orecchio che mi domanda sempre la stessa cosa quando me ne stò là, in riva al mare allo scrosciar dell’onde sotto un meraviglioso cielo stellato al chiaror della luna. Neanche la splendida musica di sottofondo riesce ad azzittir quella chiassosa pulce che chiede e chiede e richiede…e io non so che rispondere…vuol sapere da me che cosa ho fatto io per meritarmi st’intensi momenti gaudenti in massimo relax senza nulla a mancarmi…vuol sapere che meriti ho io rispetto a quei poveri derelitti del mondo ricoperti incuranti di mosche da vivi più che da morti che altrove, sotto il sole cocente, non hanno neppure di che dissetarsi o nutrirsi o curarsi, altro che cielo stellato e formula "all inclusive"…e quella mosca sua amica che mi tormenta il naso di giorno e mi chiede: ma che Dio è il tuo? Il Dio del caso? Di una cosa son certo: non sono io a meritare e loro a demeritare…e allora? Qualcuno m’aiuta a rispondere a questi fastidiosi insetti ricorrenti che non so che cacchio impapocchiare?...



permalink | inviato da UNO ZERO il 10/7/2007 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
VIAGGI
22 giugno 2007
stop temporaneo
 Cari amici vi scriiivooooo…così mi congedo un pòòòò…domani parto! Due settimane al sole di Calabria tra un torneo di tennis ed uno di freccette e tutto quel che offrono questi moderni villaggi luna park dei vacanzieri che ai miei ragazzi piacciono tanto e che io non disdegno per qualche giorno. Avevo in mente di scrivere riprendendo la “questione Priebke” che ha fatto parlare nei giorni passati. Ci sono alcune cose che vorrei dire ma finora non ce l’ho fatta e adesso devo proprio ultimare i preparativi per la partenza. . Non so se da là avrò modo di collegarmi. Se sarà possibile qualche viaggetto virtuale me lo farò di sicuro più che volentieri, altrimenti…spero di ritrovarvi al mio ritorno. Ciao :)
francesc0



permalink | inviato da UNO ZERO il 22/6/2007 alle 12:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
diritti
18 giugno 2007
Un argomento che mi sta particolarmente a cuore

Quando morì Welby e la chiesa gli rifiutò il funerale ci rimasi non poco stizzito. Scrissi anche sul blog in proposito. Poi navigando, nel blog di Guizzo, ho letto il suo parere in proposito. Dice, tra l’altro :”Quando Welby ha chiesto di morire, sapeva di andare contro i dettami della Chiesa. Pertanto, se la propria moralità differisce da quella dell’istituzione ecclesiastica, perché desiderare un funerale cattolico? Trovo molto più ridicole quelle persone che per tutta la vita danno contro alla Chiesa e poi pretendono un funerale religioso.”. Il link al post di Guizzo: http://www.ilguizzo.splinder.com/post/12124347#comment

Ammetto che Guizzo mi ha fatto cambiare parere e mi ritengo fortunato ad aver letto quel suo post. Mi resta l’amaro in bocca per questa intransigenza cattolica che va a toccare anche la sensibilità dei parenti che possono essere cattolici osservanti al 100% e mi piacerebbe che certe regole fossero ”meno ferree” o che proprio non ci fossero ma in effetti non sta a me stabilirle o contestarle e poi, come termina Guizzo: “Se poi ha ragione Ratzinger e di là ci ritroveremo un Dio pronto a giustificare Pinochet ma non Welby, allora saremo fieri di bruciare all’inferno.”.

Ma se è vero che la Chiesa ha il diritto di farsi le sue regole, credo sia anche vero che lo Stato democratico dovrebbe regolamentarsi sulla base “d’altro”. E qui non ho trovato ancora nessuno che mi ha fatto cambiare opinione. Quel che penso in proposito l’ho scritto ultimamente in una risposta sul blog di “Miracolo Italiano-FRANCESCONETWORK” in un post che invitava a visitare un certo sito. Il link al post di M:I è: http://francesconetwork.blog.kataweb.it/francesconetwork/2007/06/cesare_che_vuol.html

e porta poi ad un altro link di chi, nelle condizioni di Welby, la pensa diversamente da lui. Mi piacerebbe approfondire l’argomento, sminuzzando senza omissioni le motivazioni che spingono a pensarla in modi contrapposti circa l’eventuale legalizzazione della pratica dell’eutanasia. Naturalmente “a livello statale” perché come ho detto “a livello religioso” Guizzo mi ha convinto, ognuno ha diritto alle proprie regole, per chi le vuole accettare, ma lo Stato dovrebbe garantire tutti, credenti e non…o no? Grazie a chi vorrà contribuire. Ciao J

francesc0




permalink | inviato da UNO ZERO il 18/6/2007 alle 10:56 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (22) | Versione per la stampa
17 giugno 2007
Rieccomi!

:))) ma che bella sorpresa!!! grazieeee per l’inaspettata e gradita accoglienza! ma con Francesca a spianar la via non poteva essere altrimenti J A me aprir la scatola chiusa presa già per buona da “dimensione morgana”, grazie anche a te. A voi tutti ben trovati! Spero di non deludervi.
Questo è il mio terzo blog. Ho cominciato il 24 luglio 2006 con il post “Guerra e/o Pace” sul blog “Realistiche utopie tra cronache e fantasie” sulla piattaforma di Repubblica, per poi, il primo aprile, aprire “D’IO” sulla piattaforma della Stampa, con un post “in tema”. Il secondo blog è la prosecuzione del primo, dove comunque ho quasi sempre continuato a postare gli stessi contenuti, dialogando più su “D’IO” devo dire, dove il clima è più caldo e dove ho avuto modo di trovare belle persone, tra cui la cara Francesca “mia sponsor graditissima
J)”. Ora eccomi qui …senza casa al mare e in montagna ma con tre blog aperti…e per ora l’abitazione principale sarà quella dove di volta in volta ci sarà da dire. Forse continuerò a postare in tutti e tre o forse no, vedrò di volta in volta, non vorrei in linea di principio fare dei “blogcloni”…suona male..ma vedremo. ”Per ora chi volesse intanto conoscermi un po’ però, può farsi un giretto se ha tempo e voglia, alle altre case virtuali, la porta è aperta a tutti. Da parte mia cercherò di conoscervi sempre meglio, mai quanto vorrei…il tempo è proprio una brutta bestia per noi blogger! A presto, ciao a tutti :)

francesc0




permalink | inviato da UNO ZERO il 17/6/2007 alle 22:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte